Diretto nel 1956 da Camillo Mastrocinque, Totò, Peppino e la… malafemmina è un film molto famoso, che ha segnato la storia del cinema e che fa parte del genere della commedia.

Trama e attori

I personaggi principali di Totò, Peppino e la… Malafemmina sono Antonio Caponi, interpretato da Totò, e suo fratello più giovane chiamato “Peppino”, interpretato da Peppino De Filippo. Entrambi vivono nelle campagne di Napoli ma hanno un carattere totalmente opposto: il primo tende a spendere molto, e spesso spende addirittura i soldi del fratello. Il secondo invece è avaro. Un altro personaggio è Mezzacapa, un ricco proprietario le cui terre confinano con quelle dei due protagonisti. Interpretato da Mario Castellani, Mezzacapa è sempre vittima degli scherzi di Antonio e Peppino.

Lucia Caponi è la sorella di Antonio e Peppino ed è rimasta vedova con un figlio di nome Gianni. Quest’ultimo si innamora di una ballerina di nome Marisa, ma Giulietta, figlia del padrone di casa di Gianni, è gelosa di Marisa e invia una lettera a Lucia dicendole che il figlio trascura gli studi per colpa di una “malafemmina”. Da qui, il titolo del film. Gianni, incurante delle maldicenze, scappa via con Marisa, partendo da Napoli verso Milano.

Antonio, Peppino e Lucia, avendo realmente creduto alle parole scritte da Giulietta, cercano Gianni a Milano e cercano di allontanarlo da Marisa a tutti i costi. Dopo varie peripezie e dopo che Antonio e Peppino scrivono una lettera a Marisa per cercare di convincerla a lasciare Gianni, è la stessa Lucia che si rende conto che Marisa è una brava ragazza e che i due si amano. Gianni e la ballerina si sposano.

Caratteristiche e curiosità del film Totò, Peppino e la… Malafemmina

La scena della lettera scritta da Pennino e Antonio nasconde una curiosità. Come ha riportato lo stesso attore Teddy Reno, che ha interpretato il ruolo di Gianni, questa parte non c’era nel copione e fu inventata successivamente. Infatti in una delle scene finali si vede Peppino che allunga il testo della lettera, forse giudicato inizialmente troppo corto.

Una parte del film è stata girata a Roma, alla stazione vicino Ponte di Nona. Inoltre, appena uscito, il film ebbe un grande successo, così come lo ha ancora oggi.